informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Che cos’è e come funziona il tasso di cambio?

Commenti disabilitati su Che cos’è e come funziona il tasso di cambio? Studiare a Firenze

Il tasso di cambio tra due valute svolge un ruolo importante nel commercio e negli investimenti internazionali. Ad esempio, se il dollaro apprezza o guadagna valore rispetto all’euro, gli americani che viaggiano in Europa avranno un maggiore potere d’acquisto, ma sarà più difficile per le imprese statunitensi esportare merci.

Le fluttuazioni del tasso di cambio sono soggette a una vasta gamma di fattori, quali tassi di interesse, condizioni geopolitiche, livello di debito di un Paese e condizioni di mercato future previste.

Cos’è il tasso di cambio?

Un tasso di cambio è il valore della valuta di una nazione rispetto alla valuta di un’altra nazione o zona economica. Ad esempio, quanti dollari USA servono per acquistare un euro? A partire dal 13 dicembre 2019, il tasso di cambio è di 1,10, il che significa che ci vogliono $ 1,10 per acquistare € 1,1.

Ogni Paese determina il regime di cambio che si applicherà alla sua valuta. Ad esempio, la valuta può essere fluttuante, ancorata (fissa) o ibrida. Pensala in questo modo: i tassi di cambio fissi cercano di mantenere un tasso di cambio “stabile” controllando quanto vale la valuta estera, mentre i tassi di cambio flessibili si basano su diversi fattori economici, tra cui la salute finanziaria generale di una nazione.

Tassi di cambio flessibili

La maggior parte dei tassi di cambio è determinata dal mercato dei cambi o forex. Tali tassi sono chiamati tassi di cambio flessibili. Per questo motivo, i tassi di cambio fluttuano momento per momento. I tassi flessibili seguono ciò che i forex trader ritengono che valga la valuta. I trader scambiano le valute 24 ore al giorno, sette giorni alla settimana. A partire dal 2016, questo mercato registra $ 5,1 trilioni di dollari al giorno.

Gli Stati Uniti consentono al suo mercato forex di determinare il valore del dollaro USA. Durante la crisi finanziaria del 2008, questa moneta si è molto rafforzata a differenza delle altre valute. Quando i mercati azionari sono crollati in tutto il mondo, i trader si sono riversati sulla relativa sicurezza del dollaro. Ma perché il dollaro è ritenuto sicuro? Dopotutto, la crisi è iniziata negli Stati Uniti. Il dollaro diventa forte quando la domanda aumenta o il valore dell’euro diminuisce.

Tassi di cambio fissi

Quando la valuta di un paese non varia in base al mercato forex, ha un tasso di cambio fisso. Il Paese si assicura che il suo valore rispetto al dollaro o ad altre valute importanti rimanga lo stesso. Compra e vende grandi quantità della sua valuta, e dell’altra valuta, per mantenere quel valore fisso.

Lo yuan cinese era una valuta fissa. Ora il governo sta lentamente passando a un tasso di cambio flessibile. Ciò significa che cambia meno frequentemente di un tasso di cambio flessibile, ma più frequentemente di un tasso di cambio fisso. La conversione da yuan a dollaro è uno dei tassi di cambio più ampiamente monitorati. Queste valute sono infatti rappresentative delle due più grandi economie del mondo.

Cosa influisce su un tasso di cambio

I tassi di cambio flessibili possono cambiare giorno per giorno, ma sono spesso con incrementi molto piccoli di meno di un centesimo. Ma i principali fattori economici, come i ricambi di governo o le decisioni commerciali, possono avere un impatto sui tassi di cambio internazionali.

Ad esempio, si consideri l’oscillazione del dollaro USA tra il 2002 e il 2015. Quando il debito nazionale degli Stati Uniti è aumentato in modo significativo tra il 2002 e il 2007, il dollaro americano ha perso valore rispetto alle controparti internazionali. Quando l’economia è entrata nella “Grande recessione”, il dollaro ha recuperato un po’ di forza, perché le grandi società stavano trattenendo la loro ricchezza.

Quando la Grecia si è trovata sull’orlo di un tracollo economico, l’euro si è indebolito. A sua volta, il dollaro americano si è rafforzato, dando agli americani più potere d’acquisto nello spazio economico europeo. Il voto del referendum britannico sull’uscita dall’Unione Europea ha spostato ulteriormente il valore del dollaro, avvicinandolo alla parità con la sterlina britannica.

Le situazioni internazionali possono avere un effetto importante sul valore del dollaro USA all’estero, cambiando enormemente il potere d’acquisto degli investitori.

Una preparazione in materia economica, come quella che può dare una laurea magistrale in economia, può aprire molte strade e sbocchi occupazionali soprattutto nella finanza. Padroneggiare gli strumenti matematici statistici, nozioni di diritto ed economia nazionali ed internazionali, nonché i concetti della politica economica ed aziendale consente di comprendere il funzionamento dei tassi di cambio e di tutte quelle dinamiche che regolano la politica economica comunitaria.

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali