informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Scrivere la tesi di scienze politiche in tre mesi? Il tempo “giusto” per la tua prova finale

Quando si parla di scrivere una tesi nel minor tempo possibile, alcune persone spesso sostengono che lo scopo del dottorato non è laurearsi velocemente. Questo è innegabile, ma è anche vero che la scrittura di una tesi non deve essere necessariamente un calvario di mesi e mesi.

Ci sono diversi vantaggi quando si mira a scrivere una tesi di scienze politiche in modo veloce ed efficiente: meno difficoltà, più slancio e sviluppo delle capacità di gestione del tempo. Il trucco sta nel partire avvantaggiati, fissare obiettivi e scadenze e lavorare costantemente, non febbrilmente, verso la massima soddisfazione di consegnare il tuo lavoro senza il disagio emotivo che spesso deriva da un compito così monumentale.

Pensi che sia impossibile scrivere una tesi di scienze politiche in tre mesi? Segui la nostra guida per scoprire come fare!

Fissare delle scadenze chiare, stimolanti ma realistiche

Oltre alla data di discussione della tesi, il tuo calendario dovrà tenere conto anche delle altre scadenze chiave. Trova una data adatta entro la quale consegnare la copia da revisionare: fissa gli obiettivi settimana per settimana. Quali sezioni devo scrivere entro la fine di una certa settimana? Quanto sarà lunga quella sezione? Quanto tempo avrò per scrivere ogni sezione?

Includi nel tuo programma anche alcuni “giorni tampone” per far fronte ai ritardi e agli imprevisti quasi inevitabili. Davanti ad ogni sfida, scegli una soluzione che sia realistica in relazione alla tua scadenza finale.

Stabilire un obiettivo

Devi avere presente sin da subito qual è l’argomentazione che desideri sostenere e quali sono le domande a cui dovrai rispondere con la tua tesi. Questo può sembrare ovvio, ma tantissimi studenti non riescono a definire il loro obiettivo complessivo prima di iniziare a scrivere.

Devi essere in grado di riassumere la tua tesi in una frase del tipo: “Lo scopo di questa tesi è…”. La tua domanda probabilmente si evolverà nel tempo, ma maggiore sarà la chiarezza sullo scopo della tua tesi, più efficiente sarà la tua ricerca.

Articola la tua tesi in fasi definite

La scrittura della tesi è un processo con fasi ben definite. I dettagli di ogni fase variano leggermente a seconda dell’argomento ma, in linea di massima, ogni tesi si articola in primo luogo, con raccolta di idee, secondo, modifica e analisi dei dati e terzo, revisione.

Lo scopo della prima fase di scrittura è concretizzare quante più idee possibili su carta, si tratta di una prima bozza, che verrà modificata e organizzata in una fase successiva. Scrivendo di getto le tue idee, puoi stimolare la tua creatività e superare la paura dell’imperfezione che potrebbe impedirti di iniziare a scrivere la tua tesi.

È durante la seconda fase, la fase di modifica e analisi dei dati, che devi essere rigoroso con la tua scrittura e stesura. Alla fine della seconda fase il tuo obiettivo è produrre un manoscritto che abbia una struttura chiara e un flusso logico di argomenti in modo da poterlo sottoporre al tuo supervisore per la revisione. Nella fase finale di revisione è necessario colmare eventuali lacune nella logica.

Non scrivere i capitoli della tua tesi in ordine

Sebbene ogni tesi sia strutturata con un abstract, introduzione, poi una ricerca approfondita della letteratura, poi il capitolo uno, il capitolo due, avanti e indietro fino alla conclusione, seguire questa successione è il modo peggiore per scrivere la tua tesi.

Scrivere la tua tesi secondo un ordine preciso può portare a diversi mesi di angosciante blocco dello scrittore. L’abstract della tua tesi, ad esempio, dovrebbe invece essere l’ultima sezione da scrivere. Per definizione, l’abstract è un riassunto dei punti salienti della tua tesi, e quindi dovresti essere in grado di scriverlo solo una volta terminati tutti i tuoi capitoli.

Non iniziare a scrivere la tua tesi nemmeno partendo dal capitolo più difficile. Iniziare la tua tesi scrivendo prima il capitolo più difficile è come provare a eseguire un sollevamento da 100kg senza alcun addestramento preliminare. Continuerai a provare a sollevare il peso pesante senza successo fino a quando non sarai completamente esausto. Alla fine, ti arrenderai completamente e penserai di non essere abbastanza capace per portarlo a termine. Invece, inizia a scrivere la tua tesi scrivendo prima la sezione più semplice, quella riguardante materiali e metodi. Inizia da qui per iniziare a far pratica e aumentare la tua sicurezza prima di affrontare le parti più impegnative.

Scrivere in raffiche molto brevi

Scrivere in più brevi raffiche è più efficiente che scrivere in pochi, lunghi periodi di tempo prolungati. Se hai mai provato a scrivere per diverse ore di seguito, potresti aver notato che la tua concentrazione si indebolisce dopo circa 45-60 minuti.

Scrivere richiede creatività ed è difficile mantenere la concentrazione per diverse ore di seguito nel corso di mesi (o addirittura anni) fino al completamento della tesi. Più ore di scrittura non portano a maggiori progressi: se hai a disposizione 3-4 ore libere, resisti alla tentazione di stare alla scrivania tutto il tempo.

Invece, suddividi il tempo di scrittura in brevi blocchi con periodi di riposo intermedi. Suggeriamo di alternare 45 minuti di scrittura con 15 minuti di riposo. Questi periodi di riposo sono cruciali: molti studenti giungono a intuizioni improvvise quando sono lontani dalla scrivania e diventano più efficienti quando tornano al lavoro.

Inoltre, disattiva gli avvisi tramite e-mail e telefono quando scrivi. Non essere tentato di controllare questi aggiornamenti durante i momenti di pausa. È fin troppo facile per un aggiornamento distrarti dal tuo lavoro e farti perdere il ritmo.

Revisionare ed essere resilienti

Non importa quanto precisamente pianificherai tutto, le cose non andranno sempre come previsto. La scrittura della tesi è un’ottima opportunità per sviluppare la tua capacità di recupero emotivo.

Non avrai il privilegio di concentrarmi esclusivamente sulla scrittura della tesi, e talvolta altri progetti richiederanno più attenzione di quanto previsto. Per questo, tieni in conto di apportare piccoli aggiustamenti settimanalmente.

La parte più difficile della scrittura della tesi è l’inizio. Prima inizi a scrivere la tua tesi, più facile sarà scriverla. Un bravo scrittore non è qualcuno che non lotta mai, ma qualcuno che continua a scrivere anche quando è in difficoltà.

Credits immagine: Depositphotos/sinseeho

Commenti disabilitati su Scrivere la tesi di scienze politiche in tre mesi? Il tempo “giusto” per la tua prova finale Studiare a Firenze

Leggi tutto

7 tipi di studente in economia (e come riconoscerli)

Quando spieghi le ali e lasci il nido per andare all’università, aspettati dei grandi cambiamenti nella tua vita. Il microcosmo che forma l’aula dell’università può essere diverso da quello a cui ti sei abituato sui banchi del liceo. Ci sono vari tipi di studenti in una classe, con diverse personalità e modi di apprendere, e la facoltà di economia non fa eccezione.

Sebbene ogni ambiente di apprendimento sia unico, nel corso degli anni incontrerai diversi tipi di studenti, da quelli brillanti a quelli con bisogni speciali fino a quelli che vanno a rilento. Volendo stilare delle categorie, ecco i 7 tipi di studenti universitari che domineranno la tua esperienza universitaria nella facoltà di economia.

L’enciclopedia umana

Ogni classe ha almeno un genio che sembra catalizzare costantemente l’attenzione dell’insegnante. Di solito si posiziona nei primi posti, ma in realtà è piuttosto difficile da riconoscere quando non si palesa con la mano in aria nel tentativo di fare l’ennesima domanda. Il “minimo sforzo con la massima resa” è la sua filosofia di vita: a volte si impegna poco o niente, ma riesce sempre ad ottenere il massimo dei voti. Lascia il resto degli studenti a chiedersi cosa stiano facendo di sbagliato. In una conversazione con altri studenti, questa persona può sembrare come se avesse effettivamente ingoiato un’Enciclopedia dell’economia, cosa che tende ad isolarlo socialmente, perché gli altri studenti tendono a sentirsi intimiditi.

Il clown della classe

All’estremo opposto dello spettro c’è il burlone del corso. Si tratta dello studente sempre pronto per una risata e, se niente in classe è anche leggermente divertente, questa persona riuscirà a farlo diventare tale. Tutto diventa fonte di divertimento per lui: interrompe regolarmente la lezione e rende davvero difficile concentrarsi nei gruppi di studio, ma ti allieterà lo studio nei periodi altamente stressanti. Non prende mai sé stesso o la vita troppo sul serio. Da non confondere con lo studente festaiolo, che frequenta l’università per un solo motivo: festeggiare come se non ci fosse un domani. Questi studenti ti sorprendono ogni giorno con nuove storie folli dalle feste a cui hanno partecipato la sera precedente.

Il ritardatario procrastinante

Questa è un’altra tipologia di studente assolutamente unica, in quanto non è mai puntuale su nulla. Che si tratti di una lezione, di un workshop, di un pranzo o di una festa, lui / lei non può mai arrivare per tempo. Molto spesso, è la sua abitudine nel procrastinare a metterlo nei guai con la gestione del tempo. Rimanderà le cose all’ultimo minuto e poi cercherà di affrettarlo, facendo tutto alla meno peggio. Sono i tipici studenti che durante gli esami che trascorrono molto tempo a pianificare come studiare ma poco tempo per studiare effettivamente. Si ritrovano spesso a chiedersi dove sia finito il loro tempo: non completano mai nulla in tempo, figuriamoci prima del tempo.

Lo studente che non sa di esserlo

Questi tipi di studenti sono presenti in quasi tutte le aule universitarie. Sono lì perché qualcun altro ha insistito per farli studiare, ma a loro interessa marginalmente l’esperienza accademica. Si interessano maggiormente all’esperienza sociale. Cambieranno indirizzi più volte perché non soddisfatti del campo imposto loro dai genitori. È più probabile trovare questi studenti nell’androne a bere caffè e chiacchierare piuttosto che in aula. Non sentono il bisogno di frequentare le lezioni regolarmente, ma quando lo fanno mostrano chiari segni di insofferenza e/o narcolessia. Non prendono molto sul serio gli studi, ma i più fortunati riescono ad andare avanti grazie al loro atteggiamento rilassato.

Lo studente puntiglioso

Diversi tipi di studente possono rientrare in questa categoria. Questo è lo studente che fa tutto secondo le regole. Se il saggio non può contenere più di 2.000 parole, invierà 2.000 parole spaccate. Si attacca a ogni parola pronunciata dal docente e prende molti appunti. Nessun lavoro è troppo grande o troppo piccolo per questo studente: tutto viene eseguito in base alle istruzioni del docente. Si presenta in classe almeno 15 minuti prima di chiunque altro, consegna i compiti in anticipo ed è pervaso dall’entusiasmo per l’argomento del giorno. Se suggerisci, anche solo per scherzo, a questo studente di saltare la lezione, probabilmente riceverai un sussulto inorridito.

Lo studente ansioso

Gli anni dell’università sono impegnativi per molte persone, ma alcuni studenti lo trovano ancora più impegnativo di altri. Gli studenti ansiosi si preoccupano di tutto: dal prendere appunti perfetti al giudizio dei professori, a come scrivere alcune frasi in modo diverso durante un esame avrebbe potuto migliorare il loro voto e assicurargli il lavoro dei loro sogni. Non c’è niente al mondo che non lasci questa persona assolutamente sopraffatta dalle preoccupazioni. Non può vivere senza un piccolo dramma e tende a reagire in modo eccessivo alle minime cose.

Lo studente equilibrato

Questa è una razza rara da trovare oggigiorno. Non è facile raggiungere voti alti per questi studenti, ma stabiliscono obiettivi per se stessi, apprendono abilità di studio, adottano abitudini di studio efficienti e lavorano duramente per mantenere una buona media e intraprendere la carriera lavorativa desiderata. In qualche modo hanno imparato la regola d’oro di bilanciare la loro vita con gli obiettivi di studio e nessuno capisce come abbiano fatto.

Questa è solo una piccola analisi dei diversi studenti che incontrerai mentre studi all’università di economia. Ricorda, non tutti si inseriscono perfettamente in una casella: alcuni potrebbero rientrare in più di una categoria.

Se desideri intraprendere la carriera come perito assicurativo, commercialista, consulente economico, sportellista bancario, project manager o ricoprire altri ruoli di responsabilità in ambito economico, con Unicusano avrai la possibilità di laurearti comodamente online. Come? Contatta un nostro consulente per scoprire come conseguire il titolo di studio senza sacrificare le tue esigenze.

Credits immagine: Depositphotos/ArturVerkhovetskiy

Commenti disabilitati su 7 tipi di studente in economia (e come riconoscerli) Studiare a Firenze

Leggi tutto

Percorso Eccellenza: ecco i 9 Corsi di Laurea Unicusano a Firenze

Con l’obiettivo di garantire a tutti gli iscritti una formazione avanzata, rispondente alle esigenze del mercato del lavoro, Unicusano ha recentemente lanciato la formula didattica del Percorso Eccellenza, una soluzione di alto livello e, al contempo, estremamente flessibile.

Si tratta di una modalità inclusiva, nata per facilitare il conseguimento del titolo di studio nei tempi prestabiliti, senza per questo rinunciare ad una formazione di altissima qualità.

Percorso Eccellenza: caratteristiche e vantaggi

La metodologia del Percorso Eccellenza è un’aggiunta all’avanguardia alla modalità della didattica a distanza di cui Unicusano è pioniera. Le novità introdotte rendono gli esami più gestibili da un punto di vista pratico e consentono di affrontare le diverse discipline in maniera più approfondita.

La metodologia di insegnamento è la stessa prevista per tutti i corsi di laurea Unicusano: oltre alla didattica in presenza, possibile per chi ha modo di frequentare le lezioni presso il Campus Universitario di Roma, si aggiunge la didattica a distanza, resa possibile dalla piattaforma basata sull’e-learning.

Cambia però il tipo di assistenza offerta allo studente. Se prima era affiancato da un tutor, dotato di competenze per lo più amministrative, adesso viene accompagnato da un mentore durante l’intero percorso di studi, che lo aiuta ad organizzare e gestire lo studio in maniera efficace e produttiva.

Possiamo dunque parlare di un tutoraggio esclusivo, perché il mentore ha la possibilità di conoscere a fondo lo studente, correggere il suo metodo di studio e predisporre un piano di studi in base alle sue necessità ed esigenze. Sarà lo stesso mentore a suddividere gli esami in una serie di esoneri più piccoli, al fine di agevolare la preparazione e rendere più gestibile il carico di studi.

La nuova formula del Percorso Eccellenza è stata attivata al momento per nove corsi di laurea, sia triennali che magistrali. Di seguito, faremo una breve panoramica sugli indirizzi di studio.

Laurea triennale in sociologia

Il corso di laurea triennale in sociologia è stato ideato per gli studenti che desiderano avviare una carriera in campo sociologico, al fine di imparare ad osservare e analizzare i fenomeni sociali, le loro esigenze, i rischi e le opportunità. Il piano di studi del percorso biennale prevede l’approfondimento delle diverse discipline sociologiche, unitamente allo studio della demografia, dell’etica, della statistica sociale e altre materie utili ad affrontare la tematica a 360 gradi.

Laurea magistrale in sociologia

Il laureato potrà poi specializzarsi con una laurea magistrale in sociologia , per ricoprire il ruolo di ricercatore sociale o sociologo analista, sia in ambiti pubblici che privati, associazioni non profit, uffici di relazione con il pubblico, uffici di ricerca, servizi sociali, uffici di gestione del personale, agenzie di sondaggio, istituti di ricerca sociale.

Laurea triennale in ingegneria informatica

Il corso di laurea triennale in ingegneria informatica si distingue per un programma dal deciso taglio job-oriented, finalizzato a trasmettere allo studente le conoscenze facilmente spendibili nel mondo del lavoro. Gli argomenti di base approfonditi sono afferenti l’elettronica, i campi elettromagnetici e i sistemi di elaborazione delle informazioni.

Laurea magistrale in ingegneria informatica

Prosieguo prevedibile per chi desidera avviare una carriera di alto livello nel campo dell’ingegneria informatica, laurea magistrale in ingegneria informatica, forma ruoli estremamente qualificati, capaci di progettare, sviluppare, gestire e risolvere problemi complessi appartenenti alla sfera informatica.

Laurea in ingegneria elettronica e telecomunicazioni

L’offerta di Unicusano per quanto riguarda il settore ingegneristico si arricchisce con il corso di laurea in ingegneria elettronica e telecomunicazioni. Durante il triennio gli studenti saranno formati, sul piano teorico ed operativo, per progettare componenti e apparati elettronici, sistemi di elaborazione e trasmissione delle informazioni.

Laurea in comunicazione digitale e social media

Nell’ambito delle cosiddette “professioni digitali”, Unicusano ha deciso di lanciare due nuovi percorsi accademici, triennale e specialistico. Non poteva dunque mancare un corso di laurea in comunicazione digitale e social media, finalizzato a colmare le lacune nel campo della comunicazione digitale e non. I corsisti impareranno a produrre contenuti diversificati sulla base dei canali cui sono destinati e del target a cui si rivolgono, analizzarne i dati e realizzare campagne performanti.

Laurea magistrale in comunicazione digitale

Per chi decide di acquisire ulteriori competenze nel settore digitale, il corso di laurea magistrale in comunicazione digitale attivato da Unicusano può fare la differenza. Il biennio specialistico permette di acquisire ulteriori competenze in materia di marketing digitale, social network, metodi di ricerca sociale e mediale e analisi semiotica dei prodotti culturali.

Laurea triennale in scienze motorie

Infine, Unicusano ha rivolto la propria attenzione anche a chi desidera ricevere una formazione accademica in campo sportivo, con il corso di laurea triennale in scienze motorie. Durante il triennio verranno approfondite le conoscenze base inerenti gli aspetti biologici e fisiologici dell’esercizio fisico, integrati dalle basi psicopedagogiche e sociali dell’educazione motoria e sportiva. Non sono tralasciati moduli riguardanti gli aspetti normativi ed economici dello sport.

Laurea magistrale in scienze motorie

Chi ambisce a diventare preparatore atletico, allenatore o dirigente tecnico può proseguire il suo percorso accademico con la specializzazione di laurea magistrale in scienze motorie.

Il piano di studio previsto per il biennio approfondisce tutti gli aspetti legati alla biologia, la biochimica, la biomeccanica, senza dimenticare aspetti legati alla storia dello sport e al coaching sportivo.

Per ulteriori info e dettagli sui corso di laurea Unicusano erogati attraverso la modalità del Percorso Eccellenza non esitare a contattarci attraverso il form che trovi in questa pagina.

Credits immagine: Depositphotos/Syda_Productions

Commenti disabilitati su Percorso Eccellenza: ecco i 9 Corsi di Laurea Unicusano a Firenze Studiare a Firenze

Leggi tutto

Laurea magistrale in scienze motorie a Firenze con il Percorso Eccellenza

Il corso di laurea magistrale in Scienza e Tecnica dello sport rappresenta una svolta importante per l’offerta formativa della città di Firenze e provincia. Merito del taglio fortemente professionalizzante, con lo scopo di trasmettere competenze e abilità in campo biomedico, psicopedagogico, sociale e giuridico.

Con il Percorso Eccellenza è possibile diventare professionisti delle attività sportive, non soltanto nella sfera educativa: è il percorso più indicato per chi desidera ricoprire ruoli di direzioni tecnica nelle organizzazioni sportive o di preparazione fisico-atletica per singoli e gruppi. Vediamo come funziona il Percorso Eccellenza.

Quello che devi sapere sul corso di laurea magistrale in Scienze Motorie a Firenze

La particolarità che rende il corso di laurea magistrale in scienze motorie di Unicusano così all’avanguardia rispetto ai corsi similari sta nella sua forte connotazione pratica, orientata verso un inserimento immediato nel mondo del lavoro.

Ciò viene attuato grazie ad un piano di studi ideato grazie alla consultazione di enti e organizzazioni del settore, nonché alla presenza di operatori specializzati in possesso di una formazione avanzata nell’ambito delle scienze motorie.

Ecco perché, nel corso del biennio, lo studente sarà messo alla prova con stage e tirocini, al fine di consolidare gli apprendimenti nel contesto in cui si troverà ad operare professionalmente. Si tratta di una grande opportunità per tutti coloro che sono interessati ad avviare una carriera in questo settore.

Percorso Eccellenza: obiettivi

Lo scopo del Percorso Eccellenza è quello di incrementare la qualità della didattica puntando ad una formazione universitaria più efficace e flessibile, plasmata sulle esigenze degli studenti. Grazi alla figura del mentore, tutti gli iscritti saranno sostenuti nel superamento degli esami, fino alla discussione finale della tesi. Cambia anche il modo di sostenere gli esami: con il Percorso Eccellenza il mentore può suddividere il programma in esoneri più piccoli, ognuno dei quali tratterà un argomento specifico in maniera approfondita. Anche l’esame finale verrà sostenuto in presenza del mentore stesso.

Come funziona la laurea in Scienze Motorie a Firenze?

Il biennio di specializzazione in scienze motorie a Firenze è accessibile a tutti gli studenti in possesso di una laurea di primo livello in materie affini. L’accesso al corso di laurea magistrale in Scienza e Tecnica dello Sport è a numero programmato ed è subordinato al superamento di un test d’ingresso al fine di verificare i requisiti in possesso dello studente.

Il costo della retta annuale è di 5000 €. L’accesso al corso consente agli studenti di accedere alla formazione erogata tramite piattaforma di e-learning e di frequentare in presenza presso il Campus Universitario di Roma.

Se desideri ottenere il massimo dalla tua formazione universitaria e conseguire il titolo di studio nei tempi prestabiliti, il Percorso Eccellenza è la formula più indicata. Compila il form qui presente per ricevere informazioni senza impegno.

Credits foto: Depositphotos.com – JanPietruszka

Commenti disabilitati su Laurea magistrale in scienze motorie a Firenze con il Percorso Eccellenza Studiare a Firenze

Leggi tutto

Laurea magistrale in comunicazione digitale a Firenze con Percorso Eccellenza

Competenze o abilità nel marketing digitale e nella comunicazione online sono già un requisito essenziale in qualsiasi dipartimento digitale. Le aziende sono consapevoli che Internet faccia parte della vita quotidiana dell’utente, che vive connesso tramite un computer, un tablet o un telefono cellulare.

Termini come SEM, SEO, Social Media o Content marketing, solo per citarne alcuni, fanno già parte di qualsiasi offerta di lavoro nel settore. Tutto questo, anno dopo anno, si riflette in un costante aumento dei budget per il marketing digitale sia nel settore privato che pubblico.

Per far fronte alle nuove sfide del web, Unicusano ha attivato per li studenti toscani una specialistica in Comunicazione digitale online, che è possibile tramite il Percorso Eccellenza nell’innovativa modalità e-learning. Cosa bisogna sapere per intraprendere una carriera in questo settore?

Quello che devi sapere sul corso di laurea magistrale in comunicazione digitale a Firenze

Il corso di laurea magistrale in Comunicazione Digitale si distingue dai corsi affini per offrire un approfondimento interdisciplinare di ampio respiro, focalizzato in particolare sulla ricerca sociale e mediale e il marketing digitale. Il laureato sarà in grado di svolgere un’analisi approfondita dei prodotti mediali, comprensivi di social media. Oltre alle discipline caratterizzanti, lo studente potrà personalizzare il percorso formativo con materie a scelta e ulteriori attività formative.

Percorso Eccellenza: definizione ed obiettivi

Il Percorso Eccellenza cambia il modo di intendere lo studio a distanza introducendo sostanziosi vantaggi per gli studenti. Ogni iscritto, sin dall’immatricolazione, sarà sostenuto da un mentore, che lo accompagnerà durante la preparazione e il sostenimento di tutti gli esami. Tale supporto si concretizza attraverso l’articolazione del programma di studio in esoneri. Ciò significa che lo studente non sarà tenuto a studiare l’esame nella sua interezza, bensì dovrà partizionare il materiale in una serie di esami più piccoli, in modo da potersi preparare in maniera graduale e flessibile.

Come funziona la laurea in Comunicazione Digitale e Social Media?

Il corso di laurea magistrale prevede una durata biennale. L’accesso al Corso di Laurea magistrale prevede il possesso della laurea triennale nella classe L-20 scienze della comunicazione, ma non è precluso ad altre classi di insegnamento. In quest’ultimo caso, lo studente dovrà colmare prima dell’inizio dell’anno eventuali lacune in vista di una verifica di profitto individuale. Il costo della retta annuale è di 5000 €. La formazione viene erogata tramite piattaforma e-learning oppure presso il Campus Universitario di Roma in presenza.

Le differenze con il corso di laurea tradizionale e i vantaggi per lo studente

Con il Percorso Eccellenza lo studente non viene lasciato solo a sé stesso, ma seguito fino al conseguimento del titolo di studi. Il mentore non è infatti un semplice tutor, che facilita le pratiche amministrative tra studente e segreteria, ma una vera e propria guida didattica. Così facendo, potrà terminare gli studi nei tempi prestabiliti, approfondire al meglio le singole materie e pianificare con maggiore flessibilità la preparazione universitaria.

Per ricevere maggiori informazioni clicca qui e compila il form qui presente.

Credits foto: Depositphotos.com – undrey

Commenti disabilitati su Laurea magistrale in comunicazione digitale a Firenze con Percorso Eccellenza Studiare a Firenze

Leggi tutto

Laurea in comunicazione digitale e social media a Firenze con il Percorso Eccellenza

I paradigmi di comunicazione tradizionali vengono costantemente rivoluzionati dalle tecnologie digitali. Imprese e professionisti devono far fronte alla proliferazione di social media e piattaforme digitali, nonché alla moltiplicazione di produttori di contenuti e fonti di informazione.

Qualità, innovazione dei contenuti, capacità di storytelling sono i fattori determinanti per rispondere alla domanda di engagement e storytelling da parte dei brand. Per avere successo è necessario essere in grado di creare strategie di comunicazione adeguate e personalizzate per i nuovi media e saper coniugare correttamente i linguaggi di comunicazione, testuali e visivi.

La laurea in comunicazione digitale e social media promossa da Unicusano offre una vera opportunità di apprendimento job-oriented, al fine di facilitare l’ingresso del laureato nel mondo del lavoro. Come funziona questa laurea con il Percorso Eccellenza?

Guida al corso di laurea in comunicazione digitale e social media a Firenze

Il corso di laurea in comunicazione digitale e social media fornisce gli strumenti e le competenze per padroneggiare le tecniche comunicative proprie dei sistemi digitali ma anche i linguaggi dei diversi settori dell’industria culturale e dei relativi consumi, con uno spiccato taglio umanistico e sociale. Particolare attenzione sarà rivolta alle metodologie e agli strumenti utili a pianificare e gestire la comunicazione aziendale e istituzionale.

Che cos’è il Percorso Eccellenza

Per i nuovi corsi di laurea, Unicusano ha previsto l’attivazione di un’innovativa metodologia didattica, quella del Percorso Eccellenza. Si tratta di un’opportunità di formazione a distanza che rivoluziona il mondo delle lauree online. In che modo? Se prima gli studenti potevano avvalersi del supporto di un tutor, che aveva per lo più una valenza amministrativa, ora vengono affiancati da un mentore con competenze multidisciplinari, che li guida passo passo nella preparazione degli esami.

Cambia anche il modo di concepire lo studio e sostenere gli esami: ogni singolo esame viene ripartito in esoneri più piccoli, che vanno ad approfondire i singoli argomenti. Inoltre, tutti gli esami saranno sostenuti col mentore stesso. Il supporto di quest’ultimo si protrae per tutta la durata del corso universitario.

Come funziona la laurea in Comunicazione Digitale e Social Media?

Della durata triennale per un totale di 180 CFU, il corso di laurea in comunicazione digitale e social media richiede, per l’iscrizione, il possesso di un diploma di istruzione secondaria di secondo grado e non è previsto alcun test di ingresso vincolante né numero chiuso.

La retta annuale ammonta a 5000 €, comprensivi di materiale didattico e servizi aggiuntivi per chi desidera di frequentare presso il Campus Universitario di Roma. La formazione viene erogata a distanza tramite piattaforma e-learning, grazie alla quale sarà possibile seguire le lezioni in qualsiasi momento della giornata

I vantaggi per lo studente

Gli studenti, grazie al Percorso Eccellenza, e al contributo del mentore, possono usufruire di molti benefici:

  • Possono contare su un piano di studio più individuale e flessibile;
  • Possono approfondire al meglio le singole discipline;
  • Possono laurearsi in corso;
  • Possono gestire la preparazione senza stress e con la collaborazione di una figura esperta.

Per questi motivi il corso di laurea online in comunicazione digitale e social media è la soluzione ideale per i lavoratori o gli studenti che devono conciliare i propri impegni personali con gli studi.

Per ricevere maggiori informazioni, senza alcun tipo di vincolo, compila il form presente in pagina.

Credits foto: Depositphotos.com – GaudiLab

Commenti disabilitati su Laurea in comunicazione digitale e social media a Firenze con il Percorso Eccellenza Studiare a Firenze

Leggi tutto

Laurea triennale in sociologia a Firenze con il Percorso Eccellenza

Anche per il corso di Laurea Triennale in Sociologia, Unicusano ha attivato l’innovativo Percorso Eccellenza. Si tratta di una nuova metodologia didattica che ha lo scopo di formare specialisti della ricerca e dell’analisi dei fenomeni sociali, in possesso di competenze avanzate e interdisciplinari.

Gli studenti toscani potranno dunque usufruire di una formazione di altissimo livello, non solo per il percorso triennale ma anche specialistico. Come funziona nel dettaglio il Percorso Eccellenza?

La guida completa al corso di laurea magistrale in Sociologia a Firenze

Il corso di Laurea Magistrale in Sociologia può essere fruito non soltanto in presenza, ma anche a distanza grazie alla piattaforma basata sull’e-learning. Attraverso il sito ufficiale dell’ateneo, ogni iscritto potrà seguire le lezioni tramite qualsiasi dispositivo dotato di connessione di rete. In questo modo, anche gli studenti pendolari o i lavoratori potranno conciliare il piano di studi con i propri impegni personali senza dover sacrificare nulla.

Gli obiettivi del Percorso Eccellenza

Come suggerisce il nome stesso, il Percorso Eccellenza ha lo scopo di garantire ad ogni iscritto una formazione d’eccellenza, potendo contare sulla presenza di una figura ad hoc che lo affiancherà negli studi e in ogni fase della preparazione degli esami, dall’immatricolazione fino alla discussione della tesi.

Come funziona la laurea magistrale in Sociologia a Firenze

Il piano di studi del percorso biennale prevede l’approfondimento delle diverse discipline sociologiche, unitamente allo studio della demografia, dell’etica, della statistica sociale e altre materie utili ad affrontare la tematica a 360 gradi.

Il secondo anno prevede anche l’insegnamento di una lingua straniera e lo studio di discipline del settore psicologico e giuridico.

Il costo della retta annuale ammonta a 5.000 euro, che includono tutti i servizi previsti per chi frequenta il campus e il materiale didattico.

Cosa cambia rispetto ad un corso di laurea “tradizionale”?

Il mentore è la grande introduzione prevista dal Percorso Eccellenza. Si tratta di una figura che si dedica esclusivamente al percorso di apprendimento dello studente. A differenza del tutor, che ricopre un ruolo prevalentemente amministrativo, di collegamento tra lo studente e la segreteria, il mentore segue lo studente in maniera esclusiva, esame dopo esame.

Gli esami, inoltre, non vengono sostenuti per intero, ma partizionati in più esoneri per dare l’occasione allo studente di pianificare la mole di studi senza doversi trovare indietro con il programma.

I benefici del Percorso Eccellenza

Tutte queste novità permettono allo studente della magistrale di maturare una conoscenza approfondita di ogni materia e di ultimare il proprio percorso di studi nei tempi prestabiliti.

Per avere maggiori informazioni sul Percorso Eccellenza per la Laurea Magistrale in Sociologia ti basterà compilare il form qui presente!

Credits immagine: Depositphotos/ivelin

Commenti disabilitati su Laurea triennale in sociologia a Firenze con il Percorso Eccellenza Studiare a Firenze

Leggi tutto

Come studiare senza ansia: i metodi da provare ora

Sono le 3 del mattino e stai ancora studiando? Se le tue dita continuano a sfogliare le pagine senza successo e non riesci a concentrarti in nessun modo, è tutta colpa dello stress.

Lo stress è una normale risposta fisica a eventi che ti fanno sentire minacciato o che in qualche modo sconvolgono il tuo equilibrio. Quando il cervello percepisce il pericolo mette in moto tutta una serie di meccanismi necessari per la sopravvivenza, ma decisamente controproducenti per chi deve studiare!

Tuttavia, puoi adottare alcune tecniche per migliorare il tuo rendimento e affrontare lo studio in modo sereno.

Respira e fai stretching mentre studi

Le tecniche di respirazione sono uno dei modi più rapidi e semplici per alleviare la tensione nel corpo e calmare la mente. Effettuando consapevolmente dei respiri lenti e profondi il corpo subisce una risposta di rilassamento: il battito cardiaco rallenta, i muscoli si rilassano e la pressione sanguigna si abbassa.

Prova cinque minuti di respirazione addominale (concentrandoti sul riempimento dell’aria nella zona dello stomaco) o la respirazione 7: 7: 7: inspira contando fino a sette, trattieni il respiro per sette secondi, espira per sette secondi.

Fare stretching ti aiuterà ad alleviare la tensione muscolare, aumentare la circolazione e incrementare l’attenzione. Lo yoga è molto utile in tal senso, e facilissimo da replicare in casa. 

È importante fare una pausa dalla seduta della scrivania. Non solo ti manterrà rilassato e vigile, ma ti aiuterà anche a dormire meglio, migliorando l’apprendimento e le prestazioni.

Diventa un professionista nella gestione del tempo

Per ottenere il massimo dalla tua sessione di studio, la creazione di una tabella di marcia è essenziale. Pianificare i tuoi studi con una settimana o un mese in anticipo è l’ideale, perché saprai esattamente cosa devi fare e in quanto tempo, dando la priorità alle attività più urgenti. Assicurati di tenere in considerazione anche le pause e le attività extra, bilanciandole in modo da non rischiare di annoiarti.

Se sei disorganizzato o hai difficoltà a rispettare la tua pianificazione, esistono alcune fantastiche app di studio che possono aiutarti a prendere il controllo del tuo tempo. L’app Pomodoro Focus Booster, ad esempio, ti consente di scegliere un’attività da completare e ti chiederà di fare delle pause programmate a intervalli di tua scelta. È utile per evitare distrazioni e concentrare il tempo di studio in intervalli più brevi ed efficaci. Un’altra app di gestione del tempo, 30/30 , ti consente di impostare un elenco di attività da completare, assegnando un arco temporale a ciascuna prima di dirti quando è il momento di passare a quella successiva.

Fai delle pause fuori

Potresti essere tentato di isolarti nel tuo alloggio universitario o persino di studiare dalla comodità del tuo letto. Tuttavia, la ricerca mostra che il semplice essere all’aperto abbassa i livelli di stress, anche dopo soli cinque minuti all’aria aperta. Trova lo spazio verde più vicino la prossima volta che hai bisogno di staccare e ti sentirai immediatamente meno ansioso e più lucido. Lo studio condotto dalla rivista Landscape and Urban Planning si è tenuto in Scozia – che non è il Paese più soleggiato del mondo – quindi non ci sono scuse per non uscire ovunque tu sia!

Lo stress è tra le emozioni più difficili da gestire, ma l’uso di uno qualsiasi di questi metodi ti aiuterà a rilassarti e a sopportare intense sessioni di studio.

Credits immagine: Depositphotos/realinemedia

Commenti disabilitati su Come studiare senza ansia: i metodi da provare ora Studiare a Firenze

Leggi tutto

Laurea magistrale in ingegneria informatica a Firenze con il Percorso Eccellenza

Grazie ad una nuova metodologia didattica messa a punto da Unicusano, gli studenti toscani potranno accedere ad una formazione universitaria d’eccellenza, ottimizzando i tempi e migliorando il proprio rendimento.

È quanto proposto dal Percorso Eccellenza, attivato per i nuovi CDL e disponibile anche per la Laurea Magistrale in Ingegneria Informatica. Prima di sapere in cosa consiste, capiamo come funziona il percorso accademico.

Quello che devi sapere sul corso di Laurea magistrale in ingegneria Informatica a Firenze

Il piano di studi previsto dal corso di laurea magistrale in Ingegneria Informatica è stato strutturato allo scopo di assicurare a tutti gli studenti l’acquisizione delle competenze necessarie per affermarsi come professionisti nel campo dell’ingegneria dell’informazione e soprattutto dell’ingegneria informatica.

Dal momento che la richiesta di figure in questo settore è in costante crescita, il curriculum si contraddistingue per un netto approccio pratico-operativo, volto all’inserimento diretto nel mondo del lavoro una volta conseguito il titolo di studio. I futuri sbocchi professionali riguardano l’ambito industriale, nell’esercizio di sistemi e infrastrutture di tipo hardware e software e l’area dell’Information and Communication Technology.

Percorso Eccellenza: definizione ed obiettivi

Il Percorso Eccellenza offre agli iscritti l’opportunità unica di intraprendere una formazione accademica di prima scelta, ottimizzando i tempi ma senza sacrificare la qualità degli insegnamenti. Lo studente sarà accompagnato dalla figura del mentore che avrà il ruolo di:

  • seguire lo studente nella sua preparazione, esame dopo esame;
  • pianificare e ottimizzare con lui la gestione dello studio;
  • valutare la preparazione dello studente in sede d’esame;
  • partizionare gli esami in esoneri più piccoli.

Come funziona la laurea in ingegneria Informatica a Firenze?

Per iscriversi al corso di laurea è necessario essere in possesso di una laurea triennale in ambito ingegneristico, o di qualsiasi altro titolo ritenuto idoneo, colmando eventuali lacune con un apposito test d’ingresso.

Il CDL viene erogato attraverso le due modalità previste da Unicusano per tutti i corsi e rimaste invariate anche per il Percorso Eccellenza: in presenza oppure a distanza. Sarà la piattaforma telematica basata sull’e-learning a sostituire la presenza in aula: tutto quello che lo studente dovrà fare sarà quello di collegarsi sul sito Unicusano per seguire le lezioni comodamente da casa e scaricare il materiale didattico.

La retta annuale per l’iscrizione al corso di Laurea in Ingegneria Informatica ammonta a 5.000 euro l’anno.

Le differenze con un corso di laurea “tradizionale”?

Rispetto ai corsi tradizionali previsti da Unicusano, nel Percorso Eccellenza lo studente sarà sostenuto dalla figura del mentore, solitamente un ricercatore o un assistente del professore, che si dedica completamente al suo percorso di studi, verificandone la preparazione e motivandolo. Non è più dunque un figura di tipo “amministrativo” come lo era stato il tutor, ma una persona che instaura con lo studente un rapporto di fiducia.

I vantaggi per lo studente

Grazie a questa metodologia didattica, lo studente potrà gestire la mole di studio in maniera più flessibile, senza dover scendere a compromessi con la qualità dell’insegnamento o rischiare di andare fuori corso.

Se desideri ricevere maggiori informazioni sul Percorso Eccellenza, compila il form qui presente per essere subito ricontattato!

Credits immagine: Depositphotos/alex150770

Commenti disabilitati su Laurea magistrale in ingegneria informatica a Firenze con il Percorso Eccellenza Studiare a Firenze

Leggi tutto

Laurea in ingegneria elettronica e telecomunicazioni a Firenze con il Percorso Eccellenza

L’Università Telematica Niccolò Cusano ha attivato, per gli studenti toscani, il corso di Laurea in ingegneria elettronica e telecomunicazioni nella modalità Percorso Eccellenza. Cambia qualcosa rispetto al percorso di laurea tradizionale? Si, e le novità sono molte per chi desidera approfittare di una formazione di alto profilo. Prima di entrare nei dettagli, capiamo come funziona il corso di Laurea in ingegneria elettronica e telecomunicazioni a Firenze.

Guida al corso di Laurea in ingegneria elettronica e telecomunicazioni a Firenze

Scopo del corso, della durata triennale, è quello di preparare i futuri laureati ad una carriera sicura nel campo dell’elettronica, fornendo insegnamenti altamente professionalizzanti e competenze spendibili nel mercato del lavoro.

Per questo motivo, il curriculum verte, oltre che sulle discipline tecnico scientifiche proprie del corso, anche su materie a scelta e su in tirocinio formativo da svolgersi presso una delle aziende territoriali convenzionate con Unicusano.

Al termine degli studi, i laureati saranno in grado di progettare componenti e apparati elettronici, nonché sistemi di elaborazione e trasmissione delle informazioni, sia su portante fisica che portante radio.

Che cos’è il Percorso Eccellenza

Unicusano rivoluziona nuovamente il panorama della didattica telematica, introducendo sostanziali novità con il Percorso Eccellenza. Lo scopo è quello di fornire una formazione altamente qualificante a tutti gli studenti che si iscrivono ai nuovi Cdl, che da ora possono contare su un percorso di studio su misura delle loro esigenze. In che modo? Grazie al supporto di un tutor dedicato, il mentore, e alla partizione degli esami in più esoneri.

Come funziona la laurea in ingegneria elettronica e telecomunicazioni a Firenze?

Per iscriversi al corso di laurea triennale è sufficiente possedere un diploma di istruzione secondaria di secondo grado. Il corso viene poi erogato tramite le due modalità previste per tutti i CDL Unicusano: in presenza e a distanza.

In quest’ultimo caso, basterà collegarsi sulla piattaforma telematica dell’ateneo per usufruire dell’apprendimento e-learning e seguire tutte le lezioni comodamente da casa, h24. Per l’iscrizione al Percorso Eccellenza la retta annuale ammonta a 5000 euro, quota che include anche i materiali didattici e tutti i servizi previsti nei campus Unicusano.

Cosa cambia rispetto ad un corso di laurea “tradizionale”?

Le differenze con un corso di laurea tradizionale sono molteplici. Innanzitutto a quella del tutor viene sostituita la figura del mentore, che ha un’importanza strategica nel percorso di studi dello studente. Il mentore infatti, che solitamente è un ricercatore o un assistente del professore, segue esclusivamente lo studente, instaurando un legame di fiducia e sostegno.

Oltretutto, gli esami non dovranno più essere sostenuti nella loro interezza, in quanto saranno ripartiti in esoneri, rendendo la pianificazione dello studio molto più semplice.

I vantaggi per lo studente

Lo studente, grazie al supporto del mentore, può essere seguito in tutte le fasi della preparazione degli esami, fino al conseguimento del titolo di studio. Potendo inoltre suddividere l’esame in più parti, potrà gestire il carico di studio senza dover rinunciare ai propri impegni personali.

Per maggiori informazioni ti invitiamo a compilare il form e a richiedere un colloquio di orientamento gratuito.

Credits immagine: Depositphotos/motorolka

Commenti disabilitati su Laurea in ingegneria elettronica e telecomunicazioni a Firenze con il Percorso Eccellenza Studiare a Firenze

Leggi tutto

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali