informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Come studiare statistica: i consigli per superare l’esame

Commenti disabilitati su Come studiare statistica: i consigli per superare l’esame Studiare a Firenze

Vuoi superare il tuo esame di statistica, ma non sei sicuro di quale sia il modo migliore per studiare?

Non preoccuparti: abbiamo messo insieme alcuni dei migliori suggerimenti per lo studio della materia più temuta di Scienze Statistiche che ti aiuteranno davvero ad apprendere (e memorizzare) i concetti e le formule.

Anticipare gli argomenti delle lezioni

Così tanti studenti vanno alle lezioni impreparati, mentre c’è così tanto da guadagnare leggendo il materiale del corso pertinente prima di assistere a una lezione. Quando vai a lezione senza aver letto nulla in anticipo, tutte le informazioni insegnate durante la lezione saranno nuove per te. Ciò renderà estremamente difficile rimanere concentrati per tutto il tempo e non perdersi a un certo punto.

Tuttavia, quando vai a una lezione previa preparazione, riuscirai a comprender buona parte delle cose che dirà l’insegnante. Ciò significa che potrai memorizzare e approfondire meglio i concetti, senza dover rimanere concentrato dall’inizio alla fine. Questo approccio renderà la lezione molto più facile da seguire e molto più utile per te.

Comprendere il materiale accademico

Alcuni studenti trascorrono molto tempo a leggere il materiale del corso, ma continuano a non superare gli esami. Ciò può essere dovuto al fatto che non comprendono appieno ciò che stanno leggendo. Soprattutto con un argomento come la statistica, i compiti e gli esami diventano molto più facili se capisci veramente i meccanismi e i significati alla base delle statistiche.

Come primo passo, cerca di seguire attentamente il ragionamento spiegato nel tuo libro di testo o dal tuo insegnante. Se non capisci una parte specifica, chiedi! Successivamente, spiega i diversi concetti statistici a te stesso o a un amico con parole tue. Se esiste un forum di discussione online per il tuo corso, prova a rispondere alle domande poste dai tuoi compagni. Più ti impegni attivamente con il materiale del corso, più inizierai a comprenderlo.

Dopo aver compreso individualmente tutti i diversi argomenti, impara come si relazionano tra loro. Quali sono le loro differenze? Quali sono le loro somiglianze? In quale situazione dovresti usare un metodo o una formula e in quale situazione l’altro?

Ricorda che non devi limitarti allo studio sui libri, ci sono molte altre risorse che possono venirti incontro, come ad esempio materiali online o video su YouTube.

Approfondire il contesto

Nella matematica, in particolare nella matematica pura, il contesto viene spogliato per rivelare la pura verità interiore dei numeri e della logica. A livello scolastico, una delle cose che caratterizza lo studio della matematica sono le risposte giuste e quelle sbagliate, senza margine di ambiguità. Basta applicare un algoritmo per avere la risposta corretta.

Nella statistica, tuttavia, le cose sono raramente in bianco e nero. Nelle statistiche dovrai interpretare i dati dal punto di vista del mondo reale e spesso la risposta non è chiara. Alcune persone trovano scoraggiante la mancanza di certezza nelle statistiche. Ecco perché in statistica è molto più importante il contesto. È necessario comprendere il problema che ha dato origine all’indagine e alla raccolta dei dati. Il contesto è ciò che rende diversa ogni indagine statistica.

Capire dalla pratica

Tuttavia, il modo più importante per comprendere statistica deriva dalla pratica. È quasi impossibile superare l’esame di statistica senza esercitarsi: devi apprendere le abilità necessarie a uno statistico, che includono il pensiero logico, l’interpretazione, il giudizio e la scrittura.

Dovrai pertanto padroneggiare al meglio le basi, poiché questa è l’origine di ogni concetto. Dalla media alla mediana, dalla varianza alla derivazione standard, è necessario comprendere i principi base e la loro connessione tra di loro.

Inizia con media e mediana, due concetti statistici basilari per passare al livello avanzato. La media è la media di un insieme di numeri mentre la mediana è la metà di un insieme di numeri. Una volta che sai come calcolare la media, puoi passare a concetti più complicati. La varianza è la media delle differenze al quadrato dalla media. Conoscere la varianza può aiutarti a capire quanto sia distribuito un insieme di dati.

La deviazione standard ti dice invece quanto ogni punto di dati differisce dalla media. Per calcolare la deviazione standard, avrai prima bisogno della varianza. Quindi prendi la radice quadrata della varianza. Se il numero risultante include un decimale, arrotondalo al numero intero più vicino.

Usa Excel per creare grafici e grafici. Perché? Alcuni grafici (come i grafici prodotti dalla semplice regressione lineare) possono essere difficili da comprendere. Ma la cosa bella di Excel è che è dinamico. Ciò significa che puoi modificare i tuoi input dopo aver creato il grafico, permettendoti di vedere come diversi fattori influenzano i tuoi grafici.

In sintesi, la statistica non è una materia che impari tre giorni prima dell’esame. È necessario investire tempo e utilizzare buone strategie di apprendimento per padroneggiarla.

Credits immagine: Depositphotos/leungchopan

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali