informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Cos’è il comportamentismo: teorie, esponenti

Commenti disabilitati su Cos’è il comportamentismo: teorie, esponenti Studiare a Firenze

Vuoi saperne di più sulla teoria del comportamentismo? In questo articolo ti spiegheremo come nasce e su cosa si fonda questa scuola di pensiero.

Il comportamentismo (anche noto come Behaviorismo) è un approccio psicologico sviluppatosi a partire dal 1913 e basato sullo studio scientifico del comportamento, ossia degli aspetti esteriori, direttamente osservabili, dell’attività mentale. Il suo fondatore è considerato l’americano John B. Watson, secondo il quale la mente umana è una “scatola nera”, il cui funzionamento interno è inconoscibile nonché estremamente soggettivo. Pertanto essa non può essere assunta come oggetto della psicologia. L’unica unità di analisi che la psicologia può e deve studiare è il comportamento manifesto dell’individuo.

LEGGI ANCHE – Riviste di Psicologia: cosa leggere se ami questa disciplina

Il modello comportamentista

Se ti stai ancora chiedendo cos’è il comportamentismo e quali evoluzioni ha subito nel corso del tempo, non ti resta che arrivare in fondo a questa guida.

Il comportamentismo e i suoi rappresentanti

Il comportamentismo di Watson si basa sul modello del condizionamento classico o pavloviano, ancorato allo schema stimolo-risposta. Partendo dal presupposto che il comportamento non è altro che la risultante di uno stimolo ambientale, i comportamentisti analizzano le relazioni tra certi tipi di stimoli o di ambiente e certi tipi di risposte.

A partire dagli anni Trenta prende le mosse una corrente nota come neocomportamentismo, che attribuisce alla mente umana un ruolo più attivo nell’esplorazione dell’ambiente e nell’elaborazione delle informazioni.

Tra i principali autori che apportano delle novità alle classiche teorie comportamentiste possiamo annoverare B.F. Skinner, il quale introduce la teoria del “condizionamento operante”. Egli distingue il comportamento “rispondente”, frutto di riflessi innati, da quello “operante”, non emesso spontaneamente dall’organismo. Questo secondo tipo di comportamento può essere determinato dalla possibilità di ricevere una ricompensa. Ovvero acquisito in seguito all’azione di un “rinforzo”.

Partendo dagli studi di Skinner, Edward Tolman si occupa di indagare ancora più approfonditamente la relazione tra comportamentismo e apprendimento. Egli introduce la mappa concettuale nel comportamentismo, ossia una rappresentazione mentale della meta e dello spazio da attraversare per raggiungerla. Come è possibile leggere sulla pagina dedicata al comportamentismo della Treccani, la teoria del “comportamento finalizzato” di Tolman inserisce nell’interazione tra individuo e ambiente, quindi nella relazione stimolo-risposta, le cosiddette “variabili intervenienti”, ossia:

  • condizioni psicologiche;
  • aspettative;
  • scopi;
  • bisogni;
  • cognizioni.

La sua opera è paradigmatica del passaggio tra comportamentismo e cognitivismo.

Infine Lev Vygotskij si concentra sull’interazione dell’individuo con l’ambiente storico e culturale in cui vive. Ritenendo che il veicolo principale di tale interazione sia il linguaggio, egli dà un importante apporto allo studio dei rapporti tra comportamentismo e linguistica.

Se vuoi approfondire le teorie del comportamentismo ti consigliamo di consultare la scheda della Facoltà di Psicologia a Firenze di Unicusano.

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali