informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Libri su Firenze: i 7 da leggere assolutamente

Commenti disabilitati su Libri su Firenze: i 7 da leggere assolutamente Studiare a Firenze

Sei alla ricerca di libri su Firenze da leggere per ampliare la tua conoscenza del capoluogo toscano?

Firenze, si sa, è una delle più belle e rinomate città d’Italia.  Ha dato i natali alla lingua italiana ed è stata, nei secoli, dimora di poeti e artisti (da Dante a Petrarca e a Boccaccio, da Michelangelo e Leonardo da Vinci a Leon Battista Alberti, solo per citarne alcuni). Numerosi sono i romanzi su Firenze e i libri che la vedono protagonista. La sua storia, i suoi monumenti, le sue architetture gotiche e rinascimentali, la presenza di prestigiosi musei e gallerie d’arte, ma anche la sua tradizione gastronomica, ne fanno una meta di attrazione per turisti, studiosi e curiosi da tutto il mondo.

Eccoti una guida ai sette titoli che, a nostro parere, non puoi assolutamente perdere.

LEGGI ANCHE – Libri da scaricare: ecco i migliori programmi ed e-book reader

Miglior libro su Firenze? Ecco quelli da non perdere

Anche nota come la culla del Rinascimento, Firenze ha ispirato nei secoli e continua ad ispirare numerosi scrittori ed intellettuali. La lista dei libri ambientati a Firenze è davvero lunga. Vuoi sapere quali sono i libri su Firenze più interessanti? In questa guida abbiamo selezionato per te sette titoli imperdibili.

LEGGI ANCHE – Storia di Firenze dalla nascita ad oggi.

Firenze insolita e segreta

Al primo posto tra i migliori libri su Firenze c’è senza dubbio “Firenze insolita e segreta” di Niccolò Rinadi (edizioni Jonglez): per chi non ama i cliché e per chi desidera andare alla ricerca del volto nascosto della città, una guida ai luoghi meno noti del capoluogo toscano.

Rinaldi accompagna il lettore in un viaggio insolito, affascinante e secolare alla scoperta di angoli e storie incredibili. Potrai scoprire di più sulla storia di Firenze, sui suoi tesori nascosti, e metterti sulle tracce di personaggi leggendari. Un testo adatto a chi si appresta a conoscere la città, ma anche a chi vi abita e vuole scoprirne la bellezza più segreta.

Se non hai letto questo libro non puoi affermare di conoscere bene Firenze.

Le meraviglie di Firenze. Libro pop-up. Ediz. Illustrata

Nella lista dei libri più interessanti su Firenze non poteva mancare un libro illustrato. Si tratta di “Le meraviglie di Firenze. Libro pop-up” di Dario Cestaro e Franca Lugaro (editore Marsilio). Un vero e proprio capolavoro di paper engineering.

Un viaggio insolito e colorato alla scoperta dei principali monumenti della città medicea:

  • Il Duomo;
  • Palazzo Vecchio;
  • la Basilica di Santa Croce;
  • Ponte Vecchio e le sue botteghe artigiane.

Luoghi magici che si trasformano, grazie all’ingegno creativo del loro autore, in straordinari disegni tridimensionali, accompagnati da testi sintetici e semplici, adatti anche ai più piccoli, che possono usufruire di questo libro come di una vera e propria guida.

Una gioia per gli occhi e per la mente.

Firenze. Itinerari d’autore

libri ambientati a firenze

Tra i libri su Firenze vi consigliamo anche una guida della città.

La collana “Itinerari d’autore” delle famose guide di viaggio Lonely Planet della EDT fornisce ai propri lettori qualcosa di più della classica guida turistica: grazie al lavoro di esperti conoscitori delle città, infatti, questi libri propongono dei veri e propri percorsi artistici.

È il caso di “Firenze. Itinerari d’autore”, in cui la giornalista Elodie Lepage, fine conoscitrice delle bellezze fiorentine, suggerisce ai suoi lettori dei percorsi finalizzati alla scoperta del volti più o meno conosciuti del capoluogo toscano: c’è la Firenze delle chiese, dei ponti, dei palazzi rinascimentali e dei tesori dell’arte mondiale, delle suggestioni letterarie, dell’ artigianato e della moda, ma c’è anche la Firenze d’Oltrarno, quella delle trattorie popolari e dei locali hipster, antica sede delle botteghe artigiane.

Il tutto è reso ancora più interessante dalle illustrazioni originali di Nicolas de Crécy, che riescono a coniugare creativamente passato e futuro, tradizione e modernità.

Una guida consigliatissima per godere a pieno delle bellezze della città.

Le Ragazze Di San Frediano

Tra i libri ambientati a Firenze varrebbe la pena di citare quasi per intero la bibliografia di Vasco Pratolini.

Dovendo sceglierne uno tra i più rappresentativi, ti suggeriamo “Le ragazze di San Frediano”(1949), dedicato al noto quartiere “Diladdarno” (ossia collocato sulla sponda sinistra dell’Arno), come sono soliti chiamarlo i fiorentini. In questo romanzo la vita del rione, nel quale un tempo si trovavano le botteghe degli artigiani d’Oltrarno, emerge in tutta la sua coralità e vitalità. La storia, liberamente ispirata alle novelle boccaccesche, ruota attorno ad un dongiovanni di quartiere, la cui furberia nei confronti delle donne verrà “punita” una volta per tutte dalla scaltra Tosca.

Un viaggio indietro nel tempo tra i vicoli, i caffè e le stradine di un borgo popolare, oggi considerato uno dei quartieri più cool della città e molto amato dai giovani, che ha mantenuto tutto il suo fascino antico. Un tuffo nella storia di Firenze, da cui Valerio Zurlini ha tratto un film nel 1955.

Morte a Firenze: un’indagine del commissario Bordelli

Per gli amanti del giallo, non potevamo certamente trascurare di citare in questa guida ai migliori libri su Firenze l’opera di Marco Vichi, autore della saga poliziesca dedicata delle Indagini del commissario Bordelli.

Attraverso i suoi romanzi, Vichi regala ai suoi lettori un interessantissimo spaccato del capoluogo fiorentino negli anni del Dopoguerra.

“Morte a Firenze”, pubblicato nel 2009 per Guanda, sesto romanzo della serie (l’ultimo, il nono, è del 2019) e vincitore del Premio Scerbanenco, è sicuramente il più noto. Il romanzo, ambientato nel 1966, narra delle indagini del commissario sulla sparizione di un bambino nei giorni dell’alluvione che devastò la città.

La gravità dei crimini su cui Bordelli indaga trova un delicato contraltare nella simpatia del suo protagonista e nella bizzarria dei personaggi di cui si circonda. Domiciliato a San Frediano, Bordelli trascorre le sue burrascose giornate a bordo del suo maggiolino, guidando il lettore per le piccole frazioni delle colline fiorentine, fino ai bar e alle trattorie della zona universitaria.

Lo adorerai.

Camera Con Vista

La città medicea ha ispirato scrittori ed intellettuali provenienti da ogni parte del mondo.

Uno dei più celebri romanzi su Firenze per gli appassionati di letteratura è senza dubbio “Camera con vista”, opera giovanile dell’inglese Edward Morgan Forster, da cui è stato tratto il film omonimo di James Ivory del 1986. Sebbene non possa essere considerato il miglior libro di Forster, questo romanzo rappresenta una vera e propria cartolina di Firenze. La camera con vista che dà il titolo all’opera è infatti una finestra affacciata sull’Arno, che invita il lettore a spaziare con lo sguardo e con l’immaginazione per tutta la città, accompagnandolo a visitare le sue piazze, i suoi monumenti, le sue chiese:

  • Piazza della Santissima Annunziata;
  • la Basilica di Santa Croce;
  • Piazza della Signoria.

La particolarità di questo romanzo sta proprio nel punto di vista dei personaggi sulla città e in particolare in quello della protagonista, Lucy Honeychurch, inglese DOC appartenente all’alta borghesia dell’epoca vittoriana, il cui sguardo su Firenze si apre nel corso del romanzo fino a corrispondere all’apertura del suo stesso sguardo sulla vita.

In questo romanzo Forster esalta il valore artistico della città, rendendola al tempo stesso complice e testimone della maturazione del personaggio, del suo percorso di crescita e di autoconsapevolezza, che la porterà ad operare delle scelte talvolta in contrasto con le aspettative sociali del suo ambiente.

Dan Brown, Inferno

Anche lo scrittore americano Dan Brown, autore del più famoso “Il codice Da Vinci” è rimasto affascinato dal capoluogo toscano, tanto da ambientarci uno dei romanzi della sua saga. L’ultimo della nostra raccolta di libri su Firenze.

Sebbene non venga annoverato tra i migliori della sua produzione, per la minuzia di particolari con cui ne descrive i luoghi, i monumenti, le opere d’arte e per la curiosità che è in grado di instillare nel lettore attraverso queste descrizioni, “Inferno” può essere considerato, a suo modo, una guida alternativa al capoluogo toscano.

Il protagonista è ancora una volta il professore di storia dell’arte ed esperto di simbologia Robert Langdon, lo stesso di “Angeli e Demoni” e de “Il codice Da Vinci”, che in questo quarto episodio (il terzo è “Il simbolo perduto”, del 2009) si risveglia, privo di memoria, in un letto d’ospedale a Firenze. Grazie alla dottoressa Sienna Brooks, Langdon riuscirà a mettersi sulle tracce di un pericoloso scienziato, Bertrand Zobrist, intenzionato a risolvere il problema del sovrappopolamento mondiale attraverso la somministrazione di un virus artificiale. Sullo sfondo l’inferno di Dante, cornice degli incubi del professore e ossessione letteraria di Zobrist, letto attraverso le opere più celebri di Botticelli e di Michelangelo.

È proprio la conoscenza che il professor Langdon ha della storia dell’arte, ma anche e soprattutto della città, delle sua arte, dei suoi vicoli, dei labirinti, dei passaggi segreti e dei corridoi dei palazzi, che lo aiuterà a salvarsi la vita.

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali