informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Come superare un concorso pubblico: i consigli per affrontarlo al meglio

Commenti disabilitati su Come superare un concorso pubblico: i consigli per affrontarlo al meglio Studiare a Firenze

Ti stai chiedendo come superare un concorso pubblico? La domanda è senza dubbio appropriata, soprattutto oggi che la richiesta appare sempre più specializzata, mirata a individuare professionalità con skill teoriche e pratiche particolarmente specifiche.

Studiare per un concorso pubblico non è di certo facile, e soprattutto può non bastare: difatti, è sempre fondamentale poter contare su una buona dose di fortuna. Se hai intenzione di preparare un concorso pubblico e superare le centinaia di candidati che come te cercano di raggiungere il loro obiettivo, sappi che sei capitato nel posto giusto al momento giusto. In questa guida, infatti, ti daremo diversi consigli su come affrontare al meglio un concorso pubblico e possibilmente superarlo.

Molto spesso, non è il più intelligente a superare il concorso, ma chi si è preparato al meglio. Dunque, ciò che fa veramente la differenza è sicuramente il metodo di organizzazione dello studio. Allora che aspetti? Armati di pazienza e continua a leggere la nostra guida su come preparare un concorso pubblico, non te ne pentirai.

LEGGI ANCHE – Debito pubblico Italia: definizione e caratteristiche.

La chance da non fallire

Il concorso pubblico è sicuramente una chance da non fallire per entrare nel mondo del lavoro. Per questo motivo la preparazione e l’attenzione a quello che viene richiesto durante le prove risulta fondamentale.

LEGGI ANCHE – Parlare in pubblico? Ecco come può aiutarti Unicusano.

Concorso pubblico: tipologie e requisiti di accesso

I Concorsi Pubblici sono la soluzione più ambita da moltissimi giovani in cerca di un lavoro a tempo indeterminato, che possa garantire loro una certa sicurezza a livello economico, in ottica presente e futura. È evidente, però, che non sia impresa facile riuscire a superare una prova scritta con migliaia di partecipanti e pochi posti disponibili. Ma cos’è un concorso pubblico?

Il concorso è una procedura selettiva volta all’accertamento della professionalità richiesta per il ruolo che il lavoratore svolgerà. Esistono varie tipologie di concorso:

  • Per titoli ed esami. Prevede l’attribuzione di un punteggio per il curriculum scolastico e professionale al quale si sommano i punteggi ottenuti con le prove d’esame;
  • Soli esami. La selezione avviene unicamente sulla base del punteggio conseguito nelle prove d’esame;
  • Soli titoli. Il punteggio è attribuito unicamente in base al curriculum, alle pubblicazioni, alle esperienze professionali e dunque non dipende dai risultati delle prove d’esame;
  • Corso-concorso. Prevede una preselezione di candidati che verranno ammessi a un corso di formazione
  • Selezione. Prevede prove, a volte esclusivamente orali, per accertare la professionalità richiesta dai profili di qualifica o di categoria.

Per prendere parte ad un corso esistono dei requisiti stabiliti dalla legge, quali:

  • Età non inferiore ai 18 anni;
  • Idoneità fisica a ricoprire l’impiego;
  • Cittadinanza italiana o di un paese dell’Unione Europea;
  • Non aver riportato condanne penali – o non aver procedimenti penali in corso – che impediscano la costituzione del rapporto d’impiego con la pubblica amministrazione;
  • Non essere stato destituito o dispensato dall’impiego presso una pubblica amministrazione;
  • Essere in regola con le leggi concernenti gli obblighi militari;
  • Godere dei diritti politici;
  • Possesso di accertate conoscenze dell’uso di apparecchiature e software informatici e di almeno una lingua straniera.

Altri requisiti, più specifici, sono definiti dall’ente che istituisce il concorso e vengono riportati nel bando.

Le mosse giuste per superare un concorso

studiare per concorso pubblicoEccoci giunti finalmente alla parte più attesa della nostra guida: i consigli su come superare un concorso pubblico. Vediamo insieme quelli più importanti:

  1. Scegli seguendo le tue aspirazioni: non partecipare a un concorso solo per il dovere di farlo o per pressioni esterne, ma cerca di scegliere il settore pubblico che più ti interessa e che offre maggiori opportunità di lavoro;
  2. Leggi attentamente il bando. Puoi scaricarlo dal portale dell’ente emanatore oppure richiederlo all’ente. All’interno, troverai tutte le informazioni utili per partecipare al concorso, dalle informazioni sull’ente promotore ai requisiti di ammissione fino ad arrivare ai contenuti delle prove;
  3. Scegli i testi per la preparazione. La quantità di volumi presenti sul mercato è notevole. Potrai optare per il classico compendio, per il manuale che propone una trattazione completa e particolareggiata degli argomenti, o fare affidamento ai libri contenenti test a risposta multipla, schemi, schede, nonché simulazioni d’esame di ogni genere;
  4. Tempistica dello studio. Necessario cominciare a studiare e ad allenarsi al tipo di prova da subito. Lo studio dell’ultimo momento è pericoloso, anche perché è frequentissimo che tra la prova preselettiva e la prova scritta passino anche solo 30 giorni, molto pochi per ripassare;
  5. Lavora sulla memoria. Parti dalla pre-lettura del testo che deve esserti assolutamente familiare; capisci ciò che leggi, ripetendolo ad alta voce e verifica se sei in grado di spiegarlo; utilizza le mappe concettuali e/o mentali così da schematizzare i concetti;
  6. Preparati sulla cultura generale. Tieniti informato sui principali argomenti di cronaca e approfondisci le notizie importanti trasmesse dai mass-media o diffuse sul Web. Un buon punteggio alle prove preselettive ti darà ottime possibilità di superare il concorso;
  7. Fai solo ciò che ti viene richiesto. Non strafare durante le prove, limitati a quanto ti viene richiesto nelle tracce.

Le prove d’esame

Le materie delle prove sono indicate nel bando e seguono uno specifico iter di selezione: Preselezione, Prova scritta, Prova pratica e Prova orale.

  1. La preselezione è contemplata nel caso in cui il numero delle domande presentate sia pari ad un multiplo, solitamente cinque o sei volte, dei posti a concorso. Tale prova consiste nella risoluzione di quiz a risposta multipla e/o nella stesura di risposte sintetiche a domande aperte. I quesiti a risposta multipla possono essere di logica e cultura generale oppure riguardare le materie delle successive prove;
  2. La prova scritta può consistere in un elaborato, in domande a risposta chiusa o in quesiti a risposta sintetica. Ovviamente le materie oggetto della prova scritta fanno riferimento al tipo di concorso. L’elaborato consiste in un tema su argomenti indicati dalla Commissione. Le domande a risposta chiusa consistono in una ripetizione della prova preselettiva, ma a differenza di quest’ultima non si somministrano quesiti di tipo logico-attitudinale, ma su materie professionali. I quesiti a risposta sintetica consistono nella stesura di mini-temi da massimo 20 righe.
  1. La prova pratica consiste nell’esecuzione di tecniche specifiche, nella predisposizione di azioni connesse alla professione a concorso (stesura di un verbale, di un atto, ecc.) o in procedure tecniche di base da riordinare secondo una precisa sequenza;
  2. La prova orale consiste in un colloquio su materie oggetto della prova scritta e dell’eventuale prova pratica, e può prevedere l’accertamento di competenze informatiche e la verifica della conoscenza di una lingua straniera.

Il superamento di ogni prova è necessario per poter essere ammessi a quella successiva. La prova si considera superata se si è raggiunto il punteggio di 21/30. La graduatoria degli idonei, in ordine decrescente, serve a coprire i posti messi a concorso. Gli altri vengono inseriti nel database dell’ente, pronti a subentrare ove necessario.

Studiare per un concorso pubblico

Ora che la nostra guida su come superare un concorso pubblico è giunta al termine, possiedi tutte le informazioni necessarie per prepararti al meglio.

Il percorso, a partire dalla fase di preparazione sarà arduo ed intenso, ma non buttarti giù: con concentrazione e determinazione siamo sicuri che potrai raggiungere il tuo obiettivo.

Grazie alla nostra guida ti renderai conto che studiare per un concorso pubblico è più agevole di quanto pensassi. Se vuoi consultare la lista completa dei nostri corsi di laurea e master universitari, ti consigliamo di visitare l’area didattica del portale Unicusano.it.

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali