informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Scrivere la tesi magistrale in tre mesi: ecco come fare

Commenti disabilitati su Scrivere la tesi magistrale in tre mesi: ecco come fare Studiare a Firenze

Vorresti scrivere la tesi magistrale in tre mesi?

Si tratta di una sfida abbastanza ardua, se si considera che un autorevole ricerca rivela che, a differenza delle lauree triennali, per alcune facoltà ci si impiega in media tra i sei e gli otto mesi di tempo per completare e affinare un elaborato per la laurea specialistica.

Ecco perché ridursi all’ultimo momento, non è di certo auspicabile. Ma se per problemi contingenti o ragioni esterne e non dipese dalla tua volta ti trovi costretto a scrivere la tesi in poco tempo, non preoccuparti: in questo articolo cercheremo di darti consigli pratici e utili per accorciare i tempi di realizzarla.

L’importante è che consideri questa una extrema ratio, quindi semplicemente un piano estremo qualora avessi bisogno di velocizzare le operazioni per avvicinarti al conseguimento della laurea.

Sicuramente non potrai dire “ho scritto la tesi in una settimana“, ma che sei riuscito a scrivere la tesi velocemente sì, cercando che ciò non vada a discapito della qualità del tuo lavoro o della tua ricerca. Certo, non sarà come scrivere un romanzo breve, ma poco ci manca.

Vuoi saperne di più? Allora non perdiamo tempo ed entriamo subito nel merito della questione: abbiamo bisogno di scrivere la tesi magistrale in tre mesi.

Tempo per scrivere tesi magistrale: come ridurlo

Nei prossimi paragrafi andremo dunque a cercare di capire come scrivere la tesi magistrale in tre mesi, o meglio come ridurre al minimo i tempi per poterlo fare prima possibile. Per riuscirci, infatti, hai bisogno di sapere prima e per bene tutti i passaggi necessari che devi compiere. Qui troverai tutto ciò che devi sapere. Perché se è impossibile scrivere una tesi magistrale in un mese, in tre si può. E vedremo di capire come. Buona lettura.

Tesi magistrale in 6 mesi: la ricerca

scrivere la tesi velocementeUn rapporto sul profilo dei laureati aggiornato 2017, sostiene che le tesi magistrali sono molto più impegnative delle triennali e dunque richiedono più tempo per poterle realizzare compiutamente.

Nello specifico, per fare qualche esempio, secondo questo studio per alcune facoltà può bastare scrivere una tesi triennale in un mese. Più in generale, in media servono tre mesi e mezzo per realizzare una tesi triennale in Psicologia, mentre per la laurea magistrale se ne impiegano 4 di più: sette e mezzo in totale.

Sempre secondo questa ricerca, le magistrali più “veloci” sono quelle dell’area relativa alle Scienze Economiche e statistiche. In questo caso possono bastare quattro o cinque mesi. Possiamo dunque affermare che, in media, per scrivere una tesi magistrale occorrono, settimana più o settimana meno, all’incirca sei mesi.

Alla luce di questi dati, scrivere una tesi magistrale in tre mesi sembra impossibile e, come abbiamo già detto, non è nemmeno consigliabile. Ma con un po’ di buona volontà e conoscendo bene tutti i passaggi da espletare, puoi renderlo possibile. Andiamo dunque a ripassare tutto ciò che devi fare.

Scrivere una tesi in poco tempo: compilativa o di ricerca?

La prima cosa che devi capire per cercare di rendere possibile scrivere la tesi magistrale in tre mesi è quale genere di elaborato può consentirti di realizzare l’elaborato più facilmente.

In questo caso, come ha ben descritto Umberto Eco in un saggio dedicato proprio a come si fa una tesi di laurea, è bene ricordare che

«Una tesi di ricerca è sempre più lunga e faticosa e impegnativa. Una tesi di compilazione può anche essere lunga e faticosa, ma di solito può essere fatta in minor tempo e con minor rischio».

In realtà, anche una tesi di ricerca può tramutarsi in un vantaggio, ma questo dipende da te e dalla tua situazione. Se ad esempio sei iscritto ad una laurea senza obbligo di frequenza Unicusano, potresti essere avvantaggiato. Perché non dovendo recarti fisicamente a lezione tutti i giorni, magari avrai avuto tempo e modo di affrontare anche un percorso lavorativo, di stage o raccolta dati che potrebbe essere al centro della tua tesi.

Questo perché la tesi di ricerca (detta anche sperimentale) si fonda proprio sull’analisi di una situazione nuova, quindi non già trattata (a differenza della tesi compilativa), o che hai affrontato in prima persona. Quale migliore occasione? Se l’hai vissuta sulla tua pelle, ti sarà più facile da scrivere ed illustrare.

La prima domanda alla quale devi trovare risposta, in base alla tua situazione specifica, è dunque: tesi sperimentale o compilativa?

Come richiedere la tesi e tempistiche

Per richiedere una tesi, triennale o magistrale che sia, basta richiedere l’assegnazione dal titolare della cattedra dell’insegnamento prescelto per concordarne l’argomento. Questo può avvenire generalmente via e-mail, anche senza un numero minimo di esami sostenuti.

Per quanto riguarda e tempistiche Unicusano, dal sostenimento dell’ultimo esame del corso di laurea all’inizio della sessione di laurea prescelta devono trascorrere:

  1. Minimo 30 giorni per gli esami svolti in forma scritta fuori sede;
  2. Almeno 20 giorni per gli esami sostenuti in forma orale presso la sede di Roma.

La Facoltà prevede lo svolgimento di tre sessioni di laurea per ogni anno accademicocome da calendario pubblicato sul sito dell’Ateneo. La materia oggetto della tesi può essere scelta, ovviamente, fra tutte le discipline del proprio curriculum.

Come realizzare una tesi magistrale

La tesi magistrale, rappresentando la prova finale di un percorso universitario specialistico, deve avere una lunghezza di circa 110-130 pagine. A differenza delle 70-80 che possono bastare per una triennale.

Ma come sviluppare e scrivere la tesi magistrale in tre mesi? Ecco, nell’ordine, i cinque elementi principali sui quali strutturare il tuo lavoro:

  1. Indice. Deve evidenziare la struttura dell’elaborato;
  2. Introduzione. Attraverso la quale illustrare finalità e contenuti del lavoro;
  3. Capitoli. Quattro sono l’ideale, da suddividere in almeno in 4 o 5 paragrafi. Ricorda di corredare il testo inserendo note a piè di pagina in cui citi le principali fonti alle quali hai fatto riferimento, mettendo tra virgolette i passaggi esatti riportati nel testo o nelle note stesse;
  4. Conclusioni. Queste sono facoltative, non obbligatorie, ma certamente gradite;
  5. Bibliografia e sitografia. Qui cerca di riportare in maniera coerente solo gli autori e i siti indicati nelle note a piè di pagina.

Per essere ancora più espliciti e aiutarti a velocizzare i tempi e raggiungere l’obiettivo di scrivere una tesi magistrale in tre mesi, abbiamo pensato di fornirti l’esempio di un indice che potresti utilizzare per la realizzarla. In modo da poter anche ricavarne uno schema di massima della struttura di cui necessita.

  • INDICE
  • INTRODUZIONE
  • Presentazione dell’oggetto della ricerca
    – Le fonti
    – Rassegna della letteratura
    – Contenuto della tesi
  • PARTE PRIMA. TITOLO DELLA PRIMA PARTE
  • CAP. 1 TITOLO DEL PRIMO CAPITOLO
  • 1.1 Titoli paragrafi del primo capitolo
  • 1.2 ….
  • 1.3 ….
  • 1.4 ….
  • CAP. II TITOLO DEL SECONDO CAPITOLO
  • 2.1 Titoli paragrafi del secondo capitolo
  • 2.2 ….
  • 2.3 ….
  • 2.4 ….
  • 2.5 ….
  • PARTE SECONDA. TITOLO DELLA SECONDA PARTE
  • CAP. III TITOLO DEL TERZO CAPITOLO
  • 3.1 Titoli paragrafi del terzo capitolo
  • 3.2 ….
  • 3.3 ….
  • 3.4 ….
  • CAP. 4 TITOLO DEL QUARTO CAPITOLO
  • 4.1 Titoli paragrafi del terzo capitolo
  • 4.2 ….
  • 4.3 ….
  • 4.4 ….
  • 4.5 ….
  • CONCLUSIONI
  • BIBLIOGRAFIA
  • SITOGRAFIA

E con questo siamo giunti alla conclusione della nostra guida su come scrivere la tesi magistrale in tre mesi.

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali