informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Firenze in autunno: cosa fare, cosa vedere, dove andare

Commenti disabilitati su Firenze in autunno: cosa fare, cosa vedere, dove andare Studiare a Firenze

Sapevi che Firenze in autunno è forse ancora più bella?

Se stai pensando a cosa fare nel capoluogo toscano durante questa affascinante stagione, allora ecco una buona notizia per te: sei nel posto giusto. In questo articolo, infatti, ti daremo tanti consigli utili su dove andare, cosa vedere e cosa fare a Firenze in autunno.

Aspettati di trovare una vera e propria guida di Firenze su questo particolare periodo dell’anno. Perché forse non sarà la stagione ideale per godersi la città in bici, a causa dei primi freddi, ma non manca di certo la possibilità di ammirare il fascino senza tempo della storia di Firenze o assaporare i piatti tipici della Toscana.

Vuoi saperne di più, allora non perdiamo tempo e lanciamoci alla scoperta di Firenze in autunno. Copriti bene, perché partiamo subito.

Cose da fare a Firenze in autunno: i nostri consigli

Nei paragrafi che seguono, vedremo dunque cosa significa vivere Firenze in autunno. Buona lettura.

Autunno: perché visitare Firenze in quesa stagione

Perché fare una guida per Firenze in autunno?

Semplicemente perché ci sono tanti motivi per visitare Firenze da turista, o conoscerla meglio da residente, in questo periodo. Quali? Ecco i primi quattro:

  1. Per i suoi colori. Firenze in autunno è un mix di tonalità verdi, gialle, rosse e viola che si mescolano con il blu del celo e i raggi del sole. Un incanto di colori nella culla del Rinasciemento;
  2. Generalmente il clima si mantiene piuttosto mite;
  3. La città è probabilmente meno affollata rispetto alle stagioni più turistiche e la si può godere meglio;
  4. È la stagione del raccolto del vino, delle olive, dei tartufi e delle castagne.

Ecco perché diverse Firenze guide e portali consigliano di immergersi nell’atmosfera di questa straordinaria città anche in autunno, da Visit Florance website a Discover Florance. Andiamo a scoprire meglio perché.

Dalle passeggiate all’arte e i negozi

cosa fare a firenze in autunnoAlla luce i quanto detto finora, cerchiamo adesso di capire concretamente cosa fare a Firenze in autunno.

Iniziamo dicendo che, se il tempo lo permette, passeggiare per la città in questo periodo dell’anno è un’esperienza straordinaria. Forse ancor più del solito. Che sia per il Lungarno o in centro. Attraversando le vie centrali per godere dell’architettura e delle opere d’arte a cielo aperto più famose fino alla discussa Big Clay, scultura di Urs Fischer.

Per apprezzare il contesto basterebbe già un bel giro tra i vicoli e le botteghe, fare shopping tra i negozi o quattro passi per il giardino Torrigiani, tagliare per viale Petrarca lasciando alle spalle l’Oltrarno e percorrendo a piedi Via del Casone verso via San Carlo. Fino al cuore della città: Piazza Santo Spirito e i panorami mozzafiato della piazzetta di Bellosguardo.

Se vuoi mantenerti maggiormente al riparo dalle possibile intemperie del tempo, quale migliore occasione per visitare le mostre degli straordinari musei presenti in città? Dagli Uffizi a Palazzo Vecchio, passando per la Galleria dell’Accademia e Palazzo Pitti, dalla Galleria Palatina a quella di Arte Moderna, dal Museo degli Argenti fino alla Galleria del Costume, il Museo delle Carrozze e quello delle Porcellane.

E poi i musei nazionali di San Marco e del Bargello, quelli dell’Opificio delle Pietre Dure e di Storia Naturale. Il Museo Galileo e di Storia Naturale, dell’Opera del Duomo, del Novecento, il nazionale Alinari della fotografia. Fino alle Cappelle Medicee in San Lorenzo e gli Appartamenti monumentali.

Infine, nelle giornate migliori, come trascurare il Giardino di Boboli e il Forte Belvedere?

Dalla vendemmia alla trattoria

Come raccontano molto bene i portali come visitflorance e altri, quello di cui stiamo parlando è anche il periodo della vendemmia. Dunque anche la stagione migliore per avventurarsi tra i vigneti. Anche questo è uno spaccato della Firenze in autunno.

Molte, infatti, sono le visite guidate nei vigneti e nelle antiche cantine presenti sul territorio di Firenze e dintorni. Occasioni speciali per degustare i diversi vini e l’olio d’oliva prodotti. Ma non solo, perché è possibile assaporare anche le specialità toscane come formaggi, affettati e le tipiche bruschette che in genere accompagnano il nettare di Bacco.

Questo, inoltre, è anche un modo per poter ammirare da vicino i fantastici colori delle campagne toscane in questa stagione dell’anno.

Altro luogo dove trovare questi prodotti del territorio sono certamente le tipiche trattorie a Firenze. Altri luoghi caratteristici e centri di socialità, rifugi perfetti nelle serate autunnali più fredde o piovose.

Tra i migliori prodotti locali, come restistere a prelibatezze come la pappa al pomodoro, il tartufo, la minestra di pane, il peposo toscano alla fornacina, la ribollita, la bistecca alla fiorentina, il vitellone o la scottona all’osso, il cotto al sangue sulla griglia o alla brace, le carni in dolceforte o il baccalà alla fiorentina? E ancora il castagnaccio, la torta di farina di castagne, i cenci, le crespelle alla fiorentina, le frittelle di riso di San Giuseppe, il lampredotto, il pan di ramerino, il pancotto, la panzanella, la schiacciata alla fiorentina o con l’uva, lo spezzatino o lo zuccotto. Tutto rigorosamente accompagnato da un buon vino locale. Ammettilo: hai già l’acquolina in bocca vero?

Acque termali e costa occidentale

Un’altra idea molto interessante, se si è disposti ad allontanarsi leggermente dal centro, è quella di esplorare i dintorni di Firenze in autunno situati sul litorale costiero italiano. In questo periodo, infatti, è possibile trovare giornate dal clima mite e soleggiato, in cui queste zone non sono invase dai turisti, a differenza di quanto accade nel pieno della stagione estiva.

Una delle escursioni più entusiasmanti, in partenza da Firenze è quella verso le Cinque Terre, un frastagliato tratto di costa al confine tra la Liguria e la Toscana che è stato dichiarato Patrimonio mondiale dell’Umanità dall’Unesco.

Altra tappa extra Firenze in autunno, può essere quella nelle calde acque termali come quelle di Bagni San Filippo. Del resto, un po’ di relax al calduccio mentre le temperature si abbassano è davvero un toccasana.

Eventi autunnali a Firenze

Firenze in autunno continua ad essere uno dei maggiori centri fieristici e congressuali d’Italia e non solo.

Il numero degli eventi e delle manifestazioni non si contano sulle dita di una mano e forse nemmeno di due. Tra i centri espositivo più importanti, senza dubbio troviamo centro espositivo di Firenze Fiera. Quest’ultimo comprende la Fortezza da Basso, il Palazzo dei Congressi e il Palazzo degli Affari. Molto importante e attiva, anche la struttura polifunzionale del Parterre, lo spazio polivalente della Stazione Leopolda e il Nelson Mandela Forum.

Durante l’anno sono numerose le manifestazioni culturali e folkloristiche e l’autunno non fa certo eccezione. Ecco dieci tra gli eventi più suggestivi e importanti che si celebrano intorno a questo periodo:

  1. Ultra, festival della letteratura (tra settembre e ottobre);
  2. Florence Wine Event (tra settembre e ottobre);
  3. Mercati in Musica (tra settembre e ottobre);
  4. Bacco Artigiano, (27 settembre);
  5. Tempo Reale Festival (ad ottobre);
  6. Festa di Santa Reparata, (5-8 ottobre);
  7. Convegno internazionale di ufologia (a novembre);
  8. Festa della Toscana, (30 novembre);
  9. Festa degli Omaggi, (20 dicembre);
  10. Commemorazione di Ugo di Toscana, Badia Fiorentina (21 dicembre).

Insomma: come puoi vedere gli eventi interessanti non mancano di certo. Nonostante questi siano sono alcuni dei tanti in programma nel capoluogo toscano.

Autunno a Firenze: adesso hai l’imbarazzo della scelta

Eccoci giunti alla conclusione della nostra guida su Firenze in autunno. Adesso conosci tutte le opportunità, gli eventi, le cose da fare, i cibi e vini da assaggiare in questo periodo e non solo.

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali